giovedì 17 gennaio 2008

Ispe dixit


Una settimana impegnatissima! Ho il tempo di respirare e ne sono sconvolto.
Approfitto di una specie di aggiornamento per poter ribadire un concetto.
Anzitutto, ho finito il racconto della strega, urrà! Non era di certo un romanzo, ma non è che sono sempre qui attaccato al monitor a scrivere, eh, non solo perché faccio anche le cose che tutti gli altri umani fanno, ma soprattutto perché nessuno mi paga per scrivere (in tempo, poi!). XD Scherzo. In più, mi vedo anche impegnato sul fronte musicale, e non posso trascurarlo - difatti avevo pensato di unire le due cose.
Ho affidato il racconto a un gruppo di esperti lettori (insomma, lettori di fiducia), e lo pubblicherò solo in seguito al parere dell'esimio Duca, in cui ripongo tutte le mie speranze.
Inoltre - anche in onore del Duca, perché no? :P - vorrei richiamare l'attenzione su una specie di diritto dell'autore (uno diverso da quello del vecchio post). Per farlo, citerò il carme 16 di Catullo- ho omesso le parti "più importanti", ovvero quelle volgari, per dare una sorta di morale al blog. Potete leggere i cinque versi omessi qui.

Che debba esser pudico il poeta è giusto,
ma perché lo dovrebbero i suoi versi?
Hanno una loro grazia ed eleganza
solo se son lascivi, spudorati
e riescono a svegliare un poco di prurito,
non dico nei fanciulli, ma in qualche caprone
con le reni inchiodate dall'artrite.
E voi, perché leggete nei miei versi baci
su baci, mi ritenete un effeminato?

Per coloro che hanno letto gli altri versi: io sono solo un povero scrittore di fantasia, ma lui è Catullo. Ipse dixit, e me ne lavo le mani. :D

P.S. Non ho ancora dato un titolo al racconto, e sono in crisi.

3 commenti:

Longinus ha detto...

Mmh si si, bello il racconto...
No aspetta, io non lo ho letto..

Ma non parlavi di "lettori di fiducia" ?
:D

Scherzo, ti auguro che l'audience dia la usa approvazione e che il libro venda mille mila copie :)

Spirito Giovane ha detto...

Mentre attendo anche io un sperato periodo di pausa dallo studio (con 4 esami questo trimestre, di sicuro sarà a fine febbraio), ti lascio un commento scarno quasi fosse un saluto.
Appena avrò tempo leggerò il tuo racconto, Federico. Ora come ora riesco a malapena a postare sul blog (solo perchè ho lasciato 3 bozze pronte conscio del periodo di intenso studio! XD).

Ci sentiremo per le eventuali critiche al racconto...mwahahahah (risata malefica)....ahahah (risata nervosa)...ah (eco della risata nervosa)...(silenzio tombale)...

Umilmente e "simpaticataticamente",
Spirito Giovane a.k.a. Daniele

Federico Russo "Taotor" ha detto...

@Longinus, grazie! Ma sono 36 pagine, quindi più che libro, io lo chiamerei opuscoletto... ^^

@Daniele: ahahahaha ma che ti sei fumato? XD