venerdì 30 gennaio 2009

Roma (la serie) - Impressioni


Titolo originale: Rome
Nazione: Stati Uniti, Regno Unito, Italia
Anno: 2005-2007
Formato: serie TV
Genere: storico, drammatico
Stagioni: 2
Puntate/episodi: 22
Durata: 50' circa (episodio)


In questi giorni ho visto le 12 puntate della I stagione di Roma. Potete vederle anche voi da qui - registratevi ad AnimeDB, non costa niente e potete vedere film e molto altro.
La serie è molto bella. Pensavo peggio.
L'hanno trasmessa su Raidue, ma non l'avevo vista perché, diciamocelo, preferisco il suicidio piuttosto che guardare un'ennesima scadente fiction italiana - in cui osannano questo o quel personaggio storico.
Ma mi sbagliavo, anzitutto perché non è una fiction italiana, o meglio, non completamente. E poi non è nemmeno una vera fiction.
La trama è storica, Cesare termina la guerra nelle Gallie, si scontra poi con Pompeo che fugge in Egitto da Tolomeo, quindi finita la guerra torna vincitore a Roma, si fa eleggere Imperator, e poi viene assassinato, come tutti sappiamo.
Agli intrighi dei patrizi imparentati con Cesare o con altri personaggi importanti, si affianca la storia di due personaggi immaginari, Tito Pullo e Lucio Varone. Anche se leggo su Wikipedia che a quanto pare questi due nomi compaiono sul serio nel De bello gallico, quindi i due sono realmente esistiti, e sono anche i personaggi di un romanzo di Colleen McCullough.
Vorrei soffermarmi su questi due personaggi. Sarà scontato, forse, ma a mio parere sono i due personaggi migliori, ben sviluppati, al contrario di un Cesare troppo (e falsamente, oserei aggiungere) transigente, che spesso non sembra il personaggio carismatico che deve essere stato, stando a quanto ci raccontano gli antichi. Non mi ha convinto molto nemmeno Bruto, ha una personalità che rimane a metà, un po' alleato di Cesare, un po' ostile. Se l'ha ucciso, perglidèi!, per lo meno doveva avere un motivo valido! Doveva esserci un motivo estremo, o un seme di malvagità o odio che germogliasse. Ma in fondo che ne possiamo sapere noi? Mica c'eravamo.

La trama è tutto sommato è ben sviluppata. Non so quali errori storici ci siano (e se ci siano) nella serie. Wikipedia ne suggerisce due. Semmai, ne ho notato di minori, come il fatto che in una scena tirano un vaso in testa a Pullo, che sviene, lo portano a casa di Varone e un medico, da quanto si vede, gli apre la testa per togliere i pezzi rotti di cranio, e ci mette una piastra. Quindi lo benda e dà indicazioni. Dice che per dieci giorni potrebbe delirare. Ma poi passa forse un mese, Pullo se ne va in giro a fare cose, e dietro la testa ha capelli e tutto il resto, non una cicatrice, nulla.
Mi è parso di leggere che è stato girato anche in Cinecittà. Le scenografie e tutto il resto è perfetto, credo, o comunque a me dà l'impressione di una ricostruzione fedele, che fa immergere lo spettatore nell'atmosfera del tempo. Tuttavia spesso ho avuto la sensazione di claustrofobia nelle inquadrature. Nelle prime puntate le scene si svolgevano in Gallia, per cui si avevano colline e paesaggi. Poi nelle scene svolte a Roma, sebbene ci siano scorci notevoli della Roma antica, molto pittoresca (ovviamente ricreata con grafica computerizzata, ma davvero bella).
Ci sono molte scene degne di nota. Tanto per citarne qualcuna, la (credibile) scena di guerra iniziale, il combattimento di Pullo e Varone nell'Arena, l'uccisione di Cesare, che non so come potrebbe sembrare a voi, ma per me è molto toccante, da vedere. E se ve lo chiedete: no, non dice "Quoque tu..." ecc. Me lo aspettavo anche io. Cesare muore e sta muto. :D E ovviamente son belle tutte le scene di sesso. XD
Consiglio di vederlo.

5 commenti:

Gloutchov ha detto...

Ho visto qualche puntata della serie... ahimé non tutte perché a casa ci stavo poco o niente in quel periodo e, confermo tutto ciò che hai scritto. Dalla prima riga all'ultima, son d'accordo con te
(specie per le scene di sesso!!)

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Ahah, mi fa piacere! XD
Ho dimenticato (o forse dovrei scrivere ignorato) di parlare della censura fatta per la versione italiana. Sarà, ma da quanto ho visto e sentito, va bene così. Sono comunque scurrili, spesso. E si vedono scene di nudo integrale. In una, la telecamera si sofferma pure sul pisellone infiocchetato di uno schiavo nero.

alladr ha detto...

interessante.
ti ringrazio per la recensione, che metto d aparte per quando avrò un po' di tempo libero.

AryaSnow ha detto...

Ho visto alcune puntate (specialmente le ultime...). Ricordo che l'avevo trovato abbastanza carino come telefilm. Poi a me quel genere piace molto, quindi l'ho guardato volentieri.
Ma poi la seconda stagione la fanno?

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Se intendi sulla Rai, non so, dubito, altrimenti l'avrebbero già mandata in onda da un pezzo (son passati ormai tre anni dalla prima stagione!).
Su Internet ovviamente sta. Sottotitolata e un pelino asyncro, ma sta. :D